La garanzia di un prestito immobiliare, un’interessante alternativa all’ipoteca

La garanzia di un prestito immobiliare, un'interessante alternativa all'ipoteca

Gli investimenti immobiliari si rivolgono a un gran numero di famiglie. È il progetto di una vita e i francesi cercano sempre più di diventare proprietari di case. E la fonte di finanziamento più utilizzata per l’acquisto di un immobile è probabilmente il prestito. Ma quando si stipula un mutuo, è richiesta una garanzia da parte del mutuatario.

Questa garanzia copre il rimborso delle rate mensili del prestito in caso di inadempienza. Per quanto riguarda la garanzia, il mutuatario può optare per la garanzia o l’ipoteca. La fideiussione è una garanzia che permette di assicurare un Credito senza ipoteca. Questa pratica è molto utilizzata al momento.

Cos’è una garanzia di prestito immobiliare?

Prima di concedere un prestito immobiliare a un mutuatario, le organizzazioni di credito vogliono una garanzia che il prestito venga rimborsato nei tempi previsti. Il mutuatario deve quindi fornire una garanzia. Quest’ultima può poi rivolgersi ad una società di fideiussione, che può garantire il rimborso del credito, a determinate condizioni.

L’organizzazione garante assicura il pagamento delle rate mensili in caso di mora. Un fondo comune di investimento sarà utilizzato anche per pagare il resto del prestito. Per ripartire questi costi è necessario pagare una tassa all’organizzazione. Le organizzazioni garanti hanno il diritto di rifiutare la garanzia di un mutuo ipotecario. Verrà effettuato uno studio del file del mutuatario per determinare se è solvente o meno.

Riduzione dei costi

Il Prestito Obbligazionario Immobiliare è necessario per ottenere un credito da un istituto finanziario. Tuttavia, i mutuatari hanno altre opzioni, come il diritto di pegno e il mutuo ipotecario. Tuttavia, l’obbligazione ha molti vantaggi sia per la banca che per il mutuatario.

In primo luogo, in termini di costo, questo si riduce quando si stipula un’obbligazione. Questo non è il caso del mutuo. Infatti, l’intervento di un notaio non è necessario quando l’atto di garanzia viene eseguito. Tuttavia, questo passo è obbligatorio nel caso di un’ipoteca. Ciò consente al mutuatario di risparmiare sulle spese notarili. E se il rimborso del credito termina prima della data di scadenza, le spese di rilascio non saranno applicate.

Riscossione di parte della commissione di fideiussione e riduzione del periodo di rimborso

La garanzia di credito immobiliare non solo riduce il costo del prestito, ma dà anche la possibilità di ricevere parte della commissione di garanzia pagata. In caso di rivendita dell’immobile, il mutuatario potrà recuperare parte del contributo versato al fondo comune di investimento. Lo stesso vale quando il fondo comune di investimento ha rimborsato integralmente il prestito immobiliare. Questa somma può rappresentare l’85% del pagamento iniziale.

A livello bancario, la garanzia è un ottimo modo per garantire che il prestito venga rimborsato più rapidamente. Il fondo comune d’investimento permette infatti di coprire i pagamenti mensili rimanenti in un breve periodo di tempo. La banca chiede di essere rimborsata dal fondo comune di investimento non appena ci sono 3 rate non pagate dal mutuatario. Da quel momento in poi, l’organizzazione garante sarà il contatto diretto dell’istituto di credito.